Nei secoli fedele

nei secoli cop

  • Compagnia Teatroaperto/Teatro Dehon


    Alessandro Fornari Davide Proietti e Alessandro Terracciano

    NEI SECOLI FEDELE
    Passato e presente dell'Arma dei Carabinieri

    di Piero Ferrarini

    scene Fabio Sottili
    costumi Renata Fiorentini
    disegno luci Poppy Marcolin
    regia Piero Ferrarini




    Produzioni
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Teatro Dehon 051.342934
    Via Libia, 59 Bologna

  • Pochi corpi militari, nella storia moderna e contemporanea, sono stati celebrati - nelle Arti come nell'immaginario popolare - più frequentemente di quello dell'Arma dei Carabinieri. Dalla letteratura alla lirica, dalla pittura al cinema, sino alle nuove forme espressive della musica leggera, della fiction televisiva e persino del fumetto, il rapporto affettivo tra l'Italia e questa sua straordinaria forza di pace si delinea intatto nel corso del tempo, segno incontestabile della profondità delle sue radici; e, ugualmente, testimonianza dell'attualità inesauribile dei Valori che l'Arma è chiamata a rappresentare: quegli stessi principi di Giustizia, di tutela del Paese, di perseguimento dell'armonia sociale che costituiscono il fondamento stesso del patto sociale posto a base dello Stato.

    Accingendomi a consacrare alla Storia d'Italia un ciclo di spettacoli, denominato Progetto Historiæ, destinato a dipanarsi nell'arco di tre stagioni sulle tavole del palcoscenico del Teatro Dehon di Bologna, intendo con questo primo capitolo recare un personale contributo, mediante rappresentazione in prosa, alla conoscenza ad alla valorizzazione dell'Arma; ed intendo farlo cominciando la narrazione dal periodo pre-unitario del Risorgimento, momento di massima tensione etica e nazionale, attraverso le vicende d'armi che hanno visto protagonisti quei Carabinieri destinati poi a custodire, con il proprio quotidiano servizio, l'integrità del Paese che il loro coraggio - insieme a quello di migliaia di altri patrioti - aveva concorso a formare. 

    La seconda parte del testo tratterà invece del ruolo odierno che l'Arma si trova a ricoprire sul fronte internazionale, quale componente impiegata in missioni estere; ma anche della incessante battaglia per la tutela del patrimonio artistico nazionale, quale espressione di una più vasta difesa dei confini immateriali del nostro paese.

    Piero Ferrarini

     

    Stampa Email

    Restate connessi

    vivaticket w

    fb yt logo instagram mail


    Sito ufficiale del Teatro Dehon di Bologna

    Centro Culturale Teatroaperto Soc. Coop. Impresa Sociale – Teatro Dehon - Teatro Stabile dell’Emilia-Romagna
    Biglietteria e uffici 051.342934 , Via Libia 59 - biglietteria@teatrodehon.it